martedì, maggio 29, 2007

Acquarena - Centro Benessere

Indirizzo: - Via Mercato Vecchio, 28/B Bressanone (BZ) - ( Vedi la MAPPA )
Data ultima visita: Dicembre 2014
Uso del Costume: Vietato in tutta la Zona Benessere
Estensione del Centro Benessere: 1200 mq
Libero accesso alle famiglie con bambini.

Commento e informazioni utili:
I'Acquarena di Bressanone offre una struttura ed un servizio veramente di prim'ordine, ottimo esempio dell'offerta Wellness in Altoadige.
Si può parcheggiare l'auto nell'adiacente ed ampio parcheggio comunale.
All'ingresso, si ritira il bracciale magnetico, un secondo bracciale "di carta" usa e getta ( probabilmente per evitare possibili scambi del bracciale magnetico tra fruitori del Centro Benessere e Fruitori delle sole piscine ) e, contestualmente, si può anche pagare, a tariffa ridotta di 3 € , il parcheggio fornando la targa del proprio autoveicolo.


Il bracciale consente l'accesso a tutte le diverse "zone", viene utilizzato come "chiave" per gli armadietti ed il pagamento delle consumazioni nella zona Wellness (al ristorante presente nella zona piscine invece si paga in contanti.
Le piscine coperte e quelle all'aperto possono soddisfare praticamente chiunque, per grandi e piccini. Sicuramente da provare la piscina riscaldata esterna con acqua salata e diverse tipologie di idromassaggio.

Zona Wellness " Body Well ": - L'accesso alla zona Wellness avviene utilizzando appositi varchi a tornello che si aprono utilizzando il bracciale magnetico in dotazione.
A salvaguardia della Salute dei proprio Clienti, ( come spesso avviene in Alto Adige e sempre più frequentemente anche nelle regioni limitrofe ) il Regolamento VIETA tassativamente l'uso del costume all'interno di tutto Centro Benessere!
A tale scopo sono state predisposte all'ingresso, apposite "nicchie" in cui lasciare temporaneamente il proprio costume per chi proviene dalla zona piscine.

Tutto il Centro Benessere è quindi da considerarsi "Zona Nudità".


E' assolutamente VIETATO portare asciugamani o ciabatte all'interno del Bagno turco e nella cabina Thalasso, così come sono VIETATI in tutto il reparto i CELLULARI e in generale tutto ciò che possa far rumore e disturbare.
Nelle diverse Saune invece, è OBBLIGATORIO portare un asciugamano da distendere sulle panche e sul quale adagiarsi evitando quindi qualsiasi contatto della propria pelle (inclusi i piedi) con il legno. In questo modo si protegge il legno naturale di cui sono fatte e, nel contempo, si salvaguarda la propria igiene e quelle degli altri frequentatori.
Il tutto comunque, viene accuratamente spiegato da cartelli affissi nelle vicinanze di ogni ingresso e gli addetti, sempre presenti, vigilano in maniera inflessibile sull'applicazione di queste semplici ma fondamentali regole.
L'accesso è libero per tutti, non ci sono vincoli d'età, ciò consente l'accesso ad interi nuclei familiari, bambini e ragazzi inclusi, senza particolari problemi se non quello di far mantener loro un atteggiamento tranquillo e rispettoso della altrui quiete.
Assolutamente da sperimentare l' AUFGUS o "Getto di Vapore", che si tiene generalmente allo scadere dell'ora nella Sauna Finlandese a 90° interna ( una 15 di posti) o in quella da 100° esterna (da 25/30 posti).
Questa pratica, generalmente eseguita dal badmaister o saunamaister ( figura spesso presente in Alto Adige e generalmente in nord Europa), comporta tutto un rituale particolare, de
i tempi e delle regole precise, compresa la ventilazione pre e post dell'ambiente per riportare il normale grado di umidità.
Una curiosità: il motivo per cui in alcune saune ci sono cartelli che vietano esplicitamente di gettare acqua sulle pietre incandescenti è perché spesso capita che molte persone che entrano in sauna gettino un po' d'acqua facendo aumentare eccessivamente il grado di umidità (generalmente tra il 10-15%) e modificando in modo insalubre il clima interno.
Ottimo, durante la mia ultima visita di novembre 2008, l'aufguss al "latticello e argilla", uno dei più lunghi che abbia mai fatto: dopo i canonici "3 giri aromatizzati" (15 minuti), si esce dalla cabina, si fa una doccia, ci si cosparge il corpo con questa sostanze ed infine si rientra per gli ultimi "2 giri" (10 minuti).
La sensazione sulla pelle è bellissima, nel complesso il trattamento è ottimo ed Erika (la saunamaister) veramente brava; ma non nascono che dopo quasi 30 minuti di ventilazione, la voglia di una doccia gelata / immersione nella vasca ghiacciata è stata veramente grande!
Anche la piscina interna riscaldata con impianto acustico subacqueo è assolutamente da provare, lasciandosi cullare a pelo d'acqua mentre si ascolta la musica (a dire il vero, purtroppo, l'impianto non è sempre funzionante)!
Per il resto, qui a Bressanone le saune disponibili sono le usuali: Biosauna a 40° (8/10 Posti), Sauna alle erbe (7 posti), Sauna al sale per "thalassoterapia" (6 posti), Bagno turco (10/15 posti), idromassaggio esterno riscaldato, percorso Kneip, docce fredde e fontana di ghiaccio. Il bar interno offre tisane, spremute e frutta; a puro titolo di esempio, una tisana costa 1,80 €; il ristorante " Grissino " è accessibile dalla piscina, dalla zone wellness e dall'esterno.


Pernottamento: Posso consigliare l' Hotel Millanderhof
L'hotel si trova ad un paio di Km circa dall'Acquarena, recentemente ristrutturato, piccolo e tranquillo. Non ha strutture Wellness interne, ma la convenzione con Acquarena consente due ingressi omaggio per persona alla zona piscine di Acquarena (resta a pagamento l'ingresso alla zona Wellness e la Palestra). Da segnalare in modo particolare la cordialità del Titolare e la disponibilità, anzi, la premura con cui ci ha trattato pur essendo la prima permanenza.
Ottimo anche il sito web dell'Associazione Turistica, che offre un motore di ricerca per gli alloggi molto efficace.


Una interessante alternativa a pochi kilometri di distanza è il nuovissimo centro Balneum a Vipiteno.


Aggiornamenti

Dicembre 2014

Gustose novità per questo vero "Pilastro del Wellness" Altoatesino.

Oltre al rifacimento delle panche nelle saune originali ( interna ed esterna), la Biosauna è stata trasformata in Sauna al "Pino Cembro"; la Sauna per Thalassoterapia è stata completamente ristrutturata, incorporando blocchi di sale nei muri.

E' stato infine aggiunto un fantastico terzo livello sfruttando la terrazza sopra la Zona Relax per creare un solarium all'aperto con una splendida Sauna Finlandese Panoramica da 30/40 posti con una splendida vista sugli impianti sciistici della Plose.









Il prezzo è rimasto nei limiti, ed assolutamente adeguato alla qualità del Centro.

Auguro a tutti di avere la possibilità di provare la nuova offerta benessere al più presto.



10 commenti:

Anonimo ha detto...

Voglio lamentare il divieto di entrare nella vs.sauna con un aciugamano per coprire il corpo.
Credo che questo divieto sia fortemente limitativo e troppo autoritario. Da 14 anni vengo a Bressanone in vacanza e con dispiacere non posso fequentare la sauna di acquarena perchè il mio "comune senso del pudore" non è accettato. Recentemente ho sentito altre lamentele a questo proposito e mi consola di non essere sola. Spero che possiate rivedere questa regola e dare,democraticamente, la possibilità a tutti di fequentare a vs. sauna. Cordiali saluti

Laura

SaunaMan ha detto...

Premesso che queste pagine appartengono ad un blog personale assolutamente slegato dalle diverse strutture citate. L'unico scopo di questo blog è lo scambio di opinioni ed informazioni sulla argomento tra i frequentatori.
Detto questo, e ringraziando comunque per aver espresso questo commento, a titolo assolutamente personale faccio presente che la "poca democrazia" dimostrata da Aquarena nell'imporre e nel far rispettare il proprio regolamento, è assolutamente paragonabile all'atteggiamento della quasi totalità delle strutture al di fuori del Trentino-Alto Adige che "obbligano", ad esempio, all'utilizzo del costume in sauna. Senza tener conto del diverso "comune senso del pudore" degli ospiti altoatesini e, più in generale, centro e nord europei. Potrebbe bastare un po' di tolleranza in più da parte di tutti, Gestori e Clienti, lasciando ai singoli la scelta di come usufruire dei servizi offerti, magari, se posso suggerire, sulla base di considerazioni legate più alla salute personale piuttosto che alle mode o agli usi e costumi di una determinata zona.

marilu ha detto...

grazie per il vostro "comune senso del pudore" che rende meno affollato lo spazio saune di acquarena. Sopratutto libero da bacchettone opinioni che vanno contro natura e contro le regole igieniche che garantiscono i frequentatori. Nessuno ad acquarena mi ha mai guardata in maniera indiscreta, ognuono è lì per il benessere e la salute del proprio corpo e, quindi, del proprio essere. Semplicemente e naturalmente, così come è.

Anonimo ha detto...

Nudità condivisa in sauna equivale a cultura, rispetto del prossimo, benessere completo e serenità interiore. Ogni altra cosa detta o pensata al di fuori di ciò rispecchia solo un non sereno convivere con il proprio essere fisico e/o psichico. mario.

T. Alberto ha detto...

In merito al commento di Laura spero che mai venga accolta la sua proposta , ho visto i centri wellness di alcuni alberghi in cui tollerano tutti i tipi di indumenti con il risultato di scontentare tutti : i nudi che si sentono in linea con le regole della sauna e guardano gli altri come "extraterrestri" , i "costumati" che si sentono a disagio , ma che non vogliono, comunque,togliersi il costume ,quelli che non sanno che "pesci pigliare" e si tolgono e mettono costume ed asciugamano a seconda di quello che indossano ,o no, gli altri presenti . Nel 95% delle saune italiane si entra con il costume.Per favore non modifichiamo le regole di quelle poche strutture dove la sauna si fa secondo tradizione.

Donato ha detto...

mia moglie ed io veniamo apposta da Torino per fare, in Alto Adige, un sano rilassante fine settimana nei centri come Aquarena, dove si può fare la sauna come da manuale. Che le regole non vengano mai modificate! se no ci toccherà andare ancora più lontano (Aquadome, Austria). Ci sono già anche troppi centri dove il mutandone è obbligatorio! non ne abbiamo bisogno di altri!

Anonimo ha detto...

Ciao a tutti, leggo e non approvo i discorsi fatti sul "comune senso del pudore", ma che c'entra, da che mondo e mondo la sauna si fa senza nulla addosso per diversi motivi uno dei quali ad esempio è quello di aiutare la traspirazione della pelle durante le sedute nelle varie stanze. Questa è la regola che tutti altoatesini ed europei fanno ma, (non vorrei dirlo) solo noi italiani (come dicono gli altoatesini) non facciamo. Come ha detto Donato che parte da Torino per farsi una bella sauna conla moglie, anche io dico che parto da Padova e me la vado a fare con mia moglie, senza nessun problema che uno mi guardi o no. Per concludere ho assistito al CRON4 all'entrata di una ragazza visibilmente in attesa di un bimbo, che indossava un costume intero, uno del personale le ha detto che in sauna si entrava senza costume, lei allora ha risposto, "...ma non vede che sono incinta ??" e lui "...ma questo è un problema suo, qui bisogna entrare senza costume." Saluti Carlo

Anonimo ha detto...

é semplicemente il numero 1..
ho fatto un week end a dicembre per i mercatini a bressanone..confronto poi qualità prezzo esagerata!!

Anonimo ha detto...

Ho frequentato l'Acquarena per 2 giorni: favoloso! Bellissima la struttura, ottima la pulizia, professionale gli addetti all'augfuss, normale e senza malizia la nudità di tutti.
Un'esperienza da provare

Anonimo ha detto...

Veramente ottimo l'aufguss + scrub al gelsomino eseguito nel bagno turco.